La carie

La carie dentale è una malattia infettiva degenerativa dovuta a diversi fattori, che colpisce i tessuti duri del dente (smalto e dentina) estendendosi dalla superficie in profondità e provocando una loro progressiva demineralizzazione e proteolisi. Colpisce l’80-90% degli individui, di tutte le età, e complicandosi porta alla compromissione locale e generale dello stato di salute.

INSORGENZA E SVILUPPO DELLA CARIE

Gli acidi che i batteri eliminano come prodotto finale del metabolismo degli zuccheri causano la demineralizzazione dello smalto: questa è la condizione iniziale per la formazione di cavità all’interno del dente. Se non si interviene, viene a prodursi una cavità cariosa che coinvolge prima la dentina per poi arrivare fino alla polpa, che rappresenta la parte sensibile.

TEORIA MULTIFATTORIALE

La carie può essere definita come un’affezione che può dipendere da molti fattori, tra cui:

  • Alimentazione
  • Caratteristiche individuali
  • Flora batterica

ALIMENTAZIONE:

  • Eccesso di zuccheri semplici che, venendo metabolizzati dai batteri, agiscono da substrato al processo carioso;
  • Consistenza dell’alimento: dal momento che la masticazione svolge una vera e propria autodetersione dei denti, se l’alimento non è abbastanza consistente (ad es. dolci molto elaborati) questa attività diminuisce predisponendo all’insorgenza della carie;
  • Frequenza di assunzione (ristretti intervalli di tempo tra pasti e spuntini).

CARATTERISTICHE INDIVIDUALI:

  • Gravidanza e allattamento;
  • Quadri di iposalivazione (ad esempio per politerapia farmacologica nell’anziano, radio-terapia alla testa-collo, alterazioni endocrine, malocclusioni delle arcate dentali con sovrapposizione dei denti);
  • Ereditarietà;
  • Sesso, per cui il genere femminile risulta più a rischio di carie
  • Età, in particolare bambini e adolescenti;
  • Fattori immunitari;
  • Igiene orale: la maggior quantità di acido prodotta dalla placca viene raggiunta in 5-10 minuti dopo l’ingestione di cibo e i processi fermentativi aumentano di notte; come sappiamo è infatti buona norma igienica lavarsi i denti dopo ogni pasto e prima di andare a dormire.

FLORA BATTERICA:

I principali batteri responsabili della formazione della placca sono: Streptococco mutans, Lattobacillo acidofilo e Streptococco salivarius. Il Lattobacillo acidofilo, pur non essendo in grado di aderire direttamente allo smalto è, insieme allo Streptococco mutans, il maggiore produttore dell’acido responsabile della demineralizzazione dello smalto dentario. E’ importante sottolineare che la saliva rappresenta un efficiente fattore protettivo naturale per il suo potere tampone sul pH.

COMPLICANZE :

Se la carie non viene curata l’evoluzione naturale è la pulpopatia con infiammazione della polpa dentaria, con conseguente necrosi e possibile formazione di reazione acuta (ASCESSO) e cronica (GRANULOMA APICALE).

SINTOMATOLOGIA

Dolore irradiato provocato da vari stimoli, sostanze zuccherine, acidi, caldo e freddo.

DIAGNOSI

L’esame visivo, coadiuvato da specchietto e specillo, da parte del dentista permette di evidenziare tessuto cariato. L’esame radiografico può evidenziare le carie in particolare delle zone interprossimali dei denti e la loro profondità.

PROFILASSI e FLUOROPROFILASSI

L’igiene orale é il miglior strumento per prevenire le malattie di denti e gengive: deve essere efficace, quindi ben eseguita almeno dopo ogni pasto principale e prima del riposo notturno, quando la salivazione cala fisiologicamente. Per la prevenzione della carie, l’applicazione topica di fluoro, in particolare sottoforma di dentifrici, rappresenta un ausilio di riconosciuta efficacia. Il fluoro contribuisce alla remineralizzazione dei tessuti dentali con la formazione fluoroidrossiapatite, più resistente all’attacco acido delle strutture originarie di idrossiapatite. L’efficacia di fluoroprofilassi sistemica, tramite assunzione di acqua, compresse o alimenti ricchi di fluoro, rimane oggi oggetto di dibattito.

 

A cura del Dott. Andrea Senna, Segretario Culturale A.N.D.I. – Associazione Nazionale Dentisti Italiani Milano, Lodi, Monza, Brianza. Con la collaborazione della Dottoressa Elena Varoni, DDS e PhD.